Credito di imposta al SUD

In caso di investimento effettuato parzialmente dovrà essere presentata una comunicazione rettificativa della precedente, indicando gli investimenti realmente effettuati, e comunicando la modifica del piano di investimento.

Credito di imposta per le spese di sanificazione e acquisto di dispositivi: provvedimento Ade del 11/09/2020

Credito di imposta per le spese di sanificazione e acquisto di dispositivi: provvedimento Ade del 11/09/2020

Resa nota la % fruibile del credito d’imposta.

In data 11 settembre l’Agenzia delle Entrate ha pubblicato il Provvedimento Prot. n. 302831/2020 con il quale si forniscono indicazioni sulla misura percentuale di fruizione del credito d’imposta per la sanificazione e l’acquisto dei dispositivi di protezione (art 125 del Decreto Rilancio).

La percentuale del credito di imposta fruibile è pari al 15,6423%, ciò vuol dire che l’ammontare massimo fruibile è dato da:

  • il credito di imposta risultante dalla ultima comunicazione validamente presentata alla Agenzia (ai sensi del Provv. n 259854 del 10 luglio 2020) moltiplicata per 15,6423%

Questa percentuale, secondo quanto riporta il comunicato della stessa agenzia “è il risultato del rapporto tra gli importi richiesti dai contribuenti entro il 7 settembre 2020, pari a 1.278.578.142 euro, ed il limite massimo di spesa fissato dalla legge in 200 milioni di euro.”

Il bonus potrà essere utilizzato in compensazione nel modello F24 solo dopo l’approvazione anche del relativo codice tributo che renderà concretamente fruibile il beneficio.

Siamo una rete multidisciplinare: CONTATTACI

Visita il sito di MB Consulting Soggetto Capofila della Rete di Imprese RETiQA.

Vuoi ricevere maggiori informazioni?
L’analisi di fattibilità è gratuita! Compila il forum qui sotto e verrai ricontattato al più presto dallo Staff RETiQA.

Credito d’imposta: chi rilascia la certificazione

Credito d’imposta: chi rilascia la certificazione

Chiarimenti Agenzia delle Entrate – Interpello n 265 del 14 agosto 2020.

L’agenzia delle Entrate con Risposta a interpello n. 265 del 14 agosto 2020, ricorda che per fruire del credito di imposta Ricerca&Sviluppo di competenza 2019, occorre una apposita certificazione rilasciata da un revisore legale. Per le società non obbligate alla revisione legale la certificazione doveva essere rilasciata da un professionista abilitato e per le sole società non obbligate alla revisione le spese per adempiere a tale certificazione sono riconosciute in aumento del credito di imposta stesso per un importo non superiore a 5.000 euro.

Sul piano generale, nella fattispecie in esame il soggetto che intende avvalersi del credito di imposta per attività di ricerca e sviluppo è una società a responsabilità limitata che nel corso del periodo di imposta 2019 ha dovuto procedere alla nomina dell’organo di controllo.

L’obbligo di nomina dell’organo di controllo, per le società a responsabilità limitata costituite alla data di entrata in vigore della norma – fissata al 16 marzo 2019 – avrebbe dovuto essere assolto entro nove mesi dalla predetta data, ossia entro il 16 dicembre 2019. Tale termine coincide ora con quello fissato per l’approvazione del bilancio relativo all’esercizio 2019 entro 120 giorni dalla chiusura dell’esercizio, ovvero entro il maggior termine di 180 giorni.

L’AdE conferma che l’organo di revisione, seppur nominato a ridosso della scadenza del periodo d’imposta 2019, ha l’obbligo di svolgere le attività di revisione in relazione a tale esercizio, nonché di occuparsi della certificazione della documentazione contabile relativa al credito di imposta per attività di ricerca e sviluppo con riferimento al periodo di imposta 2019.

Siamo una rete multidisciplinare: CONTATTACI

Visita il sito di MB Consulting Soggetto Capofila della Rete di Imprese RETiQA.

Vuoi ricevere maggiori informazioni?
L’analisi di fattibilità è gratuita! Compila il forum qui sotto e verrai ricontattato al più presto dallo Staff RETiQA.

Businessman using tablet analyzing sales data and economic growth graph chart, Technology and icon customer global network connection. Business strategy. Innovative. Digital marketing.

Progetti di Ricerca & Sviluppo, di Innovazione Tecnologica e di Design e Innovazione Estetica ammissibili al credito d’imposta

Definizione delle modalità attuative e i criteri tecnici del credito d’imposta R&S e innovazione per il periodo successivo al 31 dicembre 2019.

Smart industry control concept.Hands holding tablet on blurred a

Formazione 4.0 Credito d’imposta: specifiche comunicazione attività formative

Le imprese saranno tenute a comunicare al Ministero dello Sviluppo Economico l’andamento, la diffusione e l’efficacia delle misure agevolative.

Vecchio credito di imposta R&S: escluso per le innovazioni di processo

Con la risposta 82/2020 a interpello, Agenzia delle Entrate e MISE negano il beneficio in relazione alle attività che, pur dando luogo ad un ampliamento del livello delle conoscenze o delle capacità della singola impresa, non siano innovative a livello di settore merceologico.

Man using calculator and calculate bills in home office.

Credito di imposta R&S: sulla certificazione del revisore l’errore può essere solo formale

La certificazione successiva alla fruizione del credito può essere considerato errore formale allorquando il revisore non rilevi scostamenti tra il credito utilizzato e l’ammontare spettante.

Credito di imposta per R&S cumulabile con il Bonus Start up

La sommatoria delle diverse agevolazioni non può eccedere il costo sostenuto.

Credito di imposta R&S: imprese a rischio sanzioni in caso di errata classificazione

Una delle maggiori criticità che le imprese incontrano nella concreta fruizione del credito di imposta R&S riguarda l’individuazione delle attività agevolate.

Il blocco delle compensazioni non tocca i crediti da quadro RU e industria 4.0

Dossier elaborato da Redazione PMI.it – Survey di Focus Management Digital Transformation & Marketing.