Regione Lombardia Avviso “Smart Working”: riapertura termini per la presentazione delle domande

Regione Lombardia Avviso “Smart Working”: riapertura termini per la presentazione delle domande

Dal 16 dicembre 2020 è possibile presentare richieste di contributo

Regione Lombardia ha decretato di mette a disposizione le risorse avanzate sull’Avviso Smart Working, pari ad euro 1.122.500, riaprendo i termini per la presentazione delle domande.

È possibile dal 16 dicembre 2020 inoltrare apposita domanda a valere sul bando finalizzato alla promozione di un modello organizzativo che consente una maggiore flessibilità per quanto riguarda il luogo e i tempi di lavoro.

L’Avviso è rivolto ai datori di lavoro, iscritti alla Camera di Commercio o in possesso di partita IVA, con almeno 3 dipendenti, per

  • Azione A: servizi di consulenza e formazione finalizzati all’adozione di un piano di smart working con relativo accordo aziendale o regolamento aziendale approvato e pubblicizzato nella bacheca e nella intranet aziendale
  • Azione B: acquisto di “strumenti tecnologici” per l’attuazione del piano di smart working

Possono partecipare i soggetti che esercitano attività economica e che intendono adottare e attuare un Piano aziendale di smart working, quali:

– imprese, iscritte al Registro delle Imprese della Camera di Commercio di competenza

– soggetti in possesso di partita IVA.

Ulteriori requisiti:

  • avere un numero di dipendenti almeno pari a 3
  • non essere già in possesso di un piano di smart working e del relativo accordo aziendale
  • risultare in regola rispetto alla verifica della regolarità contributiva
  • rispettare le previsioni di cui al Regolamento (UE) 1407/2013
  • non rientrare nei campi di esclusione di cui all’art. 1 del Reg (UE) 1407/2013.

La partecipazione al bando è stata estesa anche ai datori di lavoro che hanno introdotto il lavoro agile per i propri dipendenti nel periodo dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, a partire dal 25 febbraio 2020 per la durata dello stato di emergenza a condizione che:

  • abbiano assolto gli obblighi di informativa di cui all’art. 22 della legge 22 maggio 2017, n. 81, anche in via telematica;
  • abbiano assolto agli obblighi di comunicazione di cui all’articolo 9-bis del decreto-legge 1º ottobre 1996, n. 510, convertito, con modificazioni, dalla legge 28 novembre 1996, n. 608 (caricamento sul sito ministeriale ClicLavoro)

L’agevolazione è concessa a fondo perduto sotto forma di voucher aziendale, il cui valore varia in relazione al numero di dipendenti delle sedi operative/unità produttive attive e localizzate sul territorio di Regione Lombardia alla data di accettazione del finanziamento.

MB Consulting in qualità di operatore accreditato presso la Regione Lombardia è a disposizione per effettuare l’erogazione delle attività di supporto, formazione, avvio e monitoraggio del progetto pilota e tutte le attività finalizzate all’adozione e attuazione del piano di smart working.

Siamo una rete multidisciplinare: CONTATTACI

Visita il sito di MB Consulting Soggetto Capofila della Rete di Imprese RETiQA.

Vuoi ricevere maggiori informazioni?
L’analisi di fattibilità è gratuita! Compila il forum qui sotto e verrai ricontattato al più presto dallo Staff RETiQA.