L’impossibilità di dedurre costi da fatture generiche

L’impossibilità di dedurre costi da fatture generiche

La Corte di Cassazione conferma l’illecita deduzione di costi qualora risultino da fatture assolutamente generiche

La sentenza n. 35469, depositata il 27 settembre 2021 conferma come illecita la deduzione di costi risultanti da fatture assolutamente generiche.
Nell’analisi di un caso specifico la Corte di Cassazione ha analizzato la questione ed ha evidenziato alcuni aspetti particolarmente rilevanti in riferimento all’indeducibilità di costi risultanti da fatture generiche e prive dei requisiti di legge.

Nel caso in esame, una fattura risultava essere collegata ad un documento di trasporto ritenuto non idoneo a giustificare l’effettiva esistenza delle prestazioni di importo rilevante, poiché prive di precisi riferimenti (non venivano indicati nemmeno il luogo di destinazione delle merci, le modalità di trasporto e le firme del conducente).

La fattura era stata emessa senza alcun riferimento alle quantità e alle qualità dei beni venduti, rendendo peraltro impossibile, per l’acquirente, un controllo delle merci ricevute.

Ai fini della deducibilità dei costi si riconferma dunque l’obbligo del contribuente di provare l’esistenza e la natura del costo, senza limitarsi a dimostrare che la spesa sia stata correttamente contabilizzata, tramite documentazione di supporto da cui ricavare, oltre che l’importo, la ragione e la coerenza economica della spesa.

Siamo una rete multidisciplinare: CONTATTACI

Visita il sito di MB Consulting Soggetto Capofila della Rete di Imprese RETiQA.

Vuoi ricevere maggiori informazioni?
L’analisi di fattibilità è gratuita! Compila il forum qui sotto e verrai ricontattato al più presto dallo Staff RETiQA.