Investimenti 4.0: chiarimenti acquisti effettuati leasing

Investimenti 4.0: chiarimenti acquisti effettuati leasing

Risposta 826/2021 dell'Agenzia dell'Entrate su beni iperammortizzabili acquistati in leasing

Con la risposta 826, l’Agenzia affronta il caso di un bene iperammortizzabile (agevolato ai sensi della legge 145/2018), acquisito in leasing, per il quale occorre individuare il periodo di sorveglianza previsto per l’eventuale recapture dell’agevolazione dall’articolo 7, comma 2, del Dl 87/2018. La norma, applicabile agli investimenti 4.0 effettuati successivamente al 14 luglio 2018, stabilisce che, se nel periodo di fruizione dell’iperammortamento i beni agevolati vengono ceduti a titolo oneroso o destinati a strutture produttive estere, si procede al recupero dell’agevolazione.

 

Il dubbio nasce dal fatto che, nel caso di beni acquisiti in leasing, la fruizione dell’iperammortamento avviene in un primo tempo mediante maggiorazione dei canoni di leasing (quota capitale) e successivamente mediante maggiorazione delle quote di ammortamento del prezzo di riscatto.

 

L’Agenzia chiarisce che il periodo di sorveglianza si determina, per gli investimenti in leasing, sulla base del tempo teorico di ammortamento calcolato applicando i coefficienti previsti dal Dm 31 dicembre 1988, come sarebbe avvenuto se si fosse proceduto, sin dall’origine, all’acquisto del bene in proprietà, , il tutto per garantire, ai fini del recapture dell’iper ammortamento, una parità di trattamento tra un soggetto che acquisisce il bene in proprietà e un soggetto che acquisisce un bene analogo tramite un contratto di locazione finanziaria.

Siamo una rete multidisciplinare: CONTATTACI

Visita il sito di MB Consulting Soggetto Capofila della Rete di Imprese RETiQA.

Vuoi ricevere maggiori informazioni?
L’analisi di fattibilità è gratuita! Compila il forum qui sotto e verrai ricontattato al più presto dallo Staff RETiQA.