Il nuovo Piano «Transizione 4.0 » per il biennio 2021-2022, quali vantaggi?

Il nuovo Piano «Transizione 4.0 » per il biennio 2021-2022, quali vantaggi?

Diminuzione significativa delle aliquote effettive e del carico fiscale grazie agli incentivi previsti

Con la nuova legge di Bilancio 2021 le agevolazioni fiscali per gli investimenti in beni strumentali assumono un ruolo di rilievo.

Gli incentivi che aiutano le imprese italiane a fare investimenti nel 2021 e nel 2022 hanno l’obiettivo di ridurre il divario tra le imprese di dimensioni più piccole e quelle più strutturate e, in linea generale, di aumentare lo sviluppo, la formazione, il rinnovamento e la capacità produttiva del paese.

Il nuovo Piano «Transizione 4.0 » presente all’interno della legge di Bilancio 2021 conferma e potenzia per il 2021 e 2022 gli incentivi già in essere nel 2020, prevedendo inoltre la maggiorazione delle aliquote del credito d’imposta, dei massimali di investimento, la riduzione dei tempi di fruizione, le modifiche delle modalità di compensazione e degli ambiti di intervento.

All’interno dell’analisi economica e statistica vengono considerate le “Aliquote fiscali Effettive” – ETR (Effective Tax Rate) per stimare il carico fiscale e l’impatto economico per l’azienda sugli investimenti in Beni Strumentali.

Il modello stima gli effetti della tassazione su un ipotetico investimento di una società di capitali attraverso l’attualizzazione degli oneri e dei benefici derivanti.

Vengono presi in considerazione tre indicatori:

  • L’EATR (Effective Average Tax Rate): è un indicatore che definisce l’aliquota media effettiva dell’investimento, calcolato confrontando il valore attuale dei flussi di cassa dell’investimento in assenza di imposte, con lo stesso valore ottenuto dopo aver applicato la tassazione
  • Il Costo del Capitale (Cost of Capital): esprime il rendimento minimo ante-imposte dell’investimento necessario per raggiungere il break-even point una volta applicata la tassazione
  • L’EMTR (Effective Marginal Tax Rate): fornisce una misura dell’impatto della tassazione sul costo del capitale per l’investimento. Viene utilizzato per valutare la convenienza fiscale di un investimento: più è basso il valore dell’EMTR, più sarà conveniente e maggiore sarà l’investimento.

All’interno dell’analisi economica e statistica sono stati analizzati gli indicatori ipotizzando l’assenza di incentivi fiscali e confrontando questi ultimi con quelli ottenuti tenendo in considerazione le agevolazioni previste a partire dall’anno fiscale 2019.

Da tale confronto emerge un impatto significativo di diminuzione delle aliquote effettive, in particolare grazie agli incentivi previsti dal Piano Transizione 4.0, che porta ad una notevole diminuzione del carico fiscale effettivo

In aggiunta, le aliquote in taluni casi presentano valori negativi, sintomo che l’entità degli incentivi produce gli stessi effetti di un sussidio all’investimento.

Per ulteriori approfondimenti: NOTA N°4 del MEF

Siamo una rete multidisciplinare: CONTATTACI

Visita il sito di MB Consulting Soggetto Capofila della Rete di Imprese RETiQA.

Vuoi ricevere maggiori informazioni?
L’analisi di fattibilità è gratuita! Compila il forum qui sotto e verrai ricontattato al più presto dallo Staff RETiQA.