Digital Transformation delle PMI

Digital Transformation delle PMI

Pubblicato il decreto di disciplina della presentazione delle domande.

È stato pubblicato il decreto del Ministero dello Sviluppo economico che disciplina termini e modalità per la presentazione delle richieste di contributo a valere sull’agevolazione che favorisce la trasformazione tecnologica e digitale dei processi produttivi delle micro, piccole e medie imprese, attraverso l’applicazione di tecnologie avanzate previste nell’ambito di Impresa 4.0 e di quelle relative a soluzioni tecnologiche digitali di filiera.

La Digital Transformation riguarda tutte le tecnologie più avanzate quali advanced manufacturing solutions, additive manufacturing, realtà aumentata, simulation, integrazione orizzontale e verticale, industrial internet, cloud, cybersecurity, big data e analytics, software, piattaforme e applicazioni digitali per la gestione e il coordinamento della logistica, e-commerce, sistemi di pagamento mobile e via internet, fintech, sistemi elettronici per lo scambio di dati geolocalizzazione, tecnologie per l’in-store customer experience, system integration applicata all’automazione dei processi, blockchain, intelligenza artificiale, internet of things.

In particolare sono agevolati progetti per un importo non inferiore a 50 mila euro e non superiore a 500 mila euro, che possono essere presentati sia da imprese singole che associate, fino a 10 soggetti aderenti, mediante contratti di rete o altre forme di collaborazione in cui figuri, come capofila, un DIH – Digital Innovation Hub o un EDI – ecosistema digitale per l’innovazione. Il progetto deve essere avviato dopo la presentazione della domanda e concludersi entro 18 mesi dalla data del provvedimento di concessione.

Le PMI del settore manifatturiero, dei servizi diretti alle imprese, del settore turistico per le imprese impegnate nella digitalizzazione della fruizione dei beni culturali e del settore del commercio, possono presentare a decorrere dal 15 dicembre 2020 e fino esaurimento fondi le domande in forma elettronica e firmate digitalmente, unitamente agli ulteriori allegati (scheda progetto, dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà attestante il possesso dei requisiti di accesso alle agevolazioni, dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà inerente aiuti di Stato dichiarati incompatibili dalla Commissione europea, dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà per l’attribuzione del rating di legalità, dichiarazioni sostitutive dell’atto di notorietà riportanti le informazioni finalizzate all’acquisizione della certificazione antimafia, dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà relativa alla determinazione della dimensione aziendale e del Rating di legalità, dichiarazioni sostitutive dell’atto di notorietà riguardanti le norme di prevenzione dell’antiriciclaggio, dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà attestante i valori di bilancio necessari per la determinazione dei punteggi, in caso di aggregazioni, contratto sottostante ai rapporti tra le parti, statuto ed atto costitutivo).

Le domande di agevolazione sono ammesse alla fase istruttoria sulla base dell’ordine cronologico giornaliero di presentazione e verranno ammessi alla fase istruttoria, nei limiti delle disponibilità finanziarie, i progetti che otterranno il maggior punteggio secondo quanto previsto dai criteri di valutazione.

L’agevolazione (10% quale contributo a fondo perduto e 40% quale finanziamento senza interessi e garanzie), pari al 50% dei costi ammissibili, consiste, verrà riconosciuta in due quote, secondo lo stato di avanzamento dei progetti ed il pagamento delle relative spese

Siamo una rete multidisciplinare: CONTATTACI

Visita il sito di MB Consulting Soggetto Capofila della Rete di Imprese RETiQA.

Vuoi ricevere maggiori informazioni?
L’analisi di fattibilità è gratuita! Compila il forum qui sotto e verrai ricontattato al più presto dallo Staff RETiQA.