ANTICIPA IL FUTURO Modelli di business e visione per prepararvi oggi a essere più competitivi domani Scopri le nostre aree di consulenza SUPERA LA COMPLESSITA' Una rete multidisciplinare di consulenti per affrontare serenamente l'innovazione Scopri chi siamo TRASFORMA LE SFIDE IN RISULTATI Concretezza, visione, integrazione per dare slancio al vostro business Scopri come raggiungere i tuoi obiettivi ACCELERA IL FUTURO Al fianco delle PMI per governare il futuro Contattaci
Aggiornamenti Ultima Ora

L’Agenzia dell’Entrate fornisce chiarimenti sulla compilazione della dichiarazione dei redditi 2021

28/07/2021 

L’Agenzia dell’Entrate fornisce chiarimenti sulla compilazione della dichiarazione dei redditi 2021

 L’Agenzia delle Entrate il 28 luglio 2021 pubblica le FAQ relative alla compilazione dei redditi 2021. Di seguito quanto chiarito:

  •  I contributi a fondo perduto erogati dall’Agenzia delle entrate vanno indicati anche nel prospetto aiuti di Stato del modello IRAP con il codice 8 in quanto sono detassati?Si ritiene che la risposta sia negativa in quanto si duplicherebbe l’importo. Si conferma che i dati dei contributi a fondo perduto erogati dall’Agenzia non vanno indicati anche nel prospetto aiuti di Stato del modello IRAP.
  • Si chiede conferma che le somme erogate da altre amministrazioni (ad esempio, l’indennità pari a 600 euro erogata da INPS agli iscritti alla previdenza di artigiani e commercianti) non vadano indicate nel prospetto aiuti di Stato. Si conferma che tali somme non vanno indicate nel prospetto aiuti di Stato in quanto non siamo in presenza di aiuti fiscali automatici ai sensi dell’art. 10 del decreto ministeriale 31 maggio 2017, n. 115.
  • Per i soggetti che determinano il valore della produzione da bilancio i contributi a fondo perduto erogati dall’Agenzia delle entrate vanno indicati nel modello IRAP fra le variazioni in diminuzione IQ37 con codice generico 99? I contributi a fondo perduto erogati dall’Agenzia vanno indicati tra le variazioni in diminuzione con codice 99 qualora nel conto economico siano stati indicati in una voce rilevante ai fini IRAP.
  • Per coloro che determinano il valore della produzione con il metodo fiscale (sez. I art. 5-bis, modello IRAP) i contributi a fondo perduto erogati dall’Agenzia delle entrate vanno indicati nel quadro IQ? I contributi a fondo perduto erogati dall’Agenzia non vanno indicati nel quadro IQ da parte dei soggetti che applicano l’art. 5-bis del d.lgs. n. 446 del 1997.
  • Si chiede se il credito d’imposta per l’adeguamento degli ambienti di lavoro di cui all’art. 120 D.L. n. 34/2020 e il credito d’imposta locazioni di cui all’art. 28 D.L. n. 34/2020 debbano essere indicati nel quadro RE e se debbano essere riportati nel quadro RS e nel mod. IRAP, nonché nel quadro RU. I predetti crediti d’imposta non vanno indicati nel quadro RE e neppure nel modello IRAP ma unicamente nel quadro RU e nel prospetto aiuti di Stato del quadro RS.
  • Si chiede conferma che i finanziamenti garantiti MISE 100% o 80% (e i relativi interessi) non devono essere indicati nel prospetto aiuti di Stato, né deve essere indicato il risparmio d’imposta derivante dagli stessi. Si conferma che i finanziamenti garantiti dal Fondo centrale di garanzia non devono essere indicati nel prospetto aiuti di Stato.
  • In presenza dei codici aiuto 20, 22, 23, 27, 28 (contributi a fondo perduto erogati dall’Agenzia delle entrate), indicati nella “Tabella codici aiuti di Stato” posta in calce alle istruzioni dei modelli Redditi, nel prospetto aiuti di Stato del quadro RS non deve essere riportato l’importo accreditato al contribuente in quanto tale dato è conosciuto dall’Agenzia e quindi recuperabile per la sua registrazione nel RNA. Corretto? Infatti, il software di compilazione messo a disposizione dall’Agenzia non consente l’indicazione nel prospetto aiuti di Stato dell’importo dei contributi a fondo perduto erogati dall’Agenzia in quanto il dato non è necessario perché recuperabile.
  • In presenza di contributi a fondo perduto erogati dall’Agenzia delle entrate, al fine di stabilire in quale periodo effettuare l’annotazione nel prospetto aiuti di Stato, si può fare riferimento alla data dell’accreditamento? Si conferma che per i contributi a fondo perduto erogati dall’Agenzia al fine di stabilire il momento da cui decorre l’obbligo di compilazione del prospetto aiuti occorre aver riguardo alla data di erogazione del contributo.
  • Per i crediti d’imposta da indicare nel prospetto aiuti di Stato, l’importo dell’aiuto è pari al dato del credito maturato indicato nel quadro RU? Infatti, il software di compilazione messo a disposizione dall’Agenzia ”ribalta” in automatico l’importo dei crediti d’imposta considerati aiuti di Stato, per quanto maturato, nel prospetto aiuti di Stato.
  • Per i contributi a fondo perduto erogati dall’Agenzia delle entrate occorre indicare anche il risparmio d’imposta? Per i contributi a fondo perduto erogati dall’Agenzia non va riportato alcun importo nel prospetto aiuti di Stato, neppure il risparmio d’imposta conseguente alla loro detassazione.

Bando FaiCredito Rilancio 2021: avviso esaurimento risorse in alcune province

28/07/2021

Bando FaiCredito Rilancio 2021: avviso esaurimento risorse in alcune province

  • Con Determina D.O. n. 68 del 28/07/2021 è stata approvata la chiusura anticipata dello sportello della Camera di Commercio di Cremona.
  • Con Determina D.O. n. 64 del 26/07/2021 è stata approvata la chiusura anticipata dello sportello della Camera di Commercio di Como – Lecco e della Camera di Commercio di Varese per le imprese non agricole.
  • Con Determina D.O. n. 62 del 23/07/2021 è stata approvata la chiusura anticipata dello sportello della Camera di Commercio di Bergamo e della Camera di Commercio di Sondrio per le imprese non agricole.
  • Con Determina D.O. n. 61 del 20/07/2021 è stata approvata la chiusura anticipata dello sportello della Camera di Commercio di Milano Monza Brianza Lodi per le imprese non agricole.

Risp. AE 508/2021 - Credito d'imposta per investimenti in beni strumentali nuovi: chiarimenti su cumulo

23/07/2021

Risp. AE 508/2021 – Credito d’imposta per investimenti in beni strumentali nuovi: chiarimenti su cumulo

Con la Risposta ad istanza di interpello n. 508 del 23/07/2021 l’Agenzia delle Entrate fornisce chiarimenti in merito a:

  • Cumulabilità del credito d’imposta per investimenti in beni strumentali nuovi con altre agevolazioni a fronte dei medesimi costi agevolabili

Il credito è cumulabile con altre agevolazioni, ancorché nel rispetto del limite costituito dal ”costo sostenuto” per l’acquisto del bene agevolabile.

  • Cumulabilità del credito d’imposta per investimenti in beni strumentali nuovi con altri contributi previsti dal contratto di sviluppo/accordo di programma che prevede la concessione di un contributo a fondo perduto e di un finanziamento a tasso agevolato:

Risulta necessario, ai fini della determinazione del limite di cumulabilità, considerare nel calcolo dell’importo complessivo delle agevolazioni sia il contributo a fondo perduto sia il tasso agevolato del finanziamento.

  • Cessione del credito maturato a favore della consolidante:

E’ possibile cedere il credito d’imposta nell’ambito del consolidato fiscale.

DL “Sostegni-bis”: nuovi crediti d’imposta per le imprese che fanno formazione

20/07/2021

DL “Sostegni-bis”: nuovi crediti d’imposta per le imprese che fanno formazione

Novità per imprese che fanno formazione.

Visita l’articolo predisposto

Nuovo credito d’imposta sanificazione e acquisto DPI: criteri, modalità di applicazione e fruizione

16/07/2021

Nuovo credito d’imposta sanificazione e acquisto DPI: criteri, modalità di applicazione e fruizione

Con provvedimento 191910/2021 del 15 luglio 2021, l’Agenzia delle Entrate definisce i criteri e le modalità di applicazione e fruizione del credito d’imposta per la sanificazione e l’acquisto dei dispositivi di protezione, di cui all’articolo 32 del decreto-legge 25 maggio 2021, n. 73, ai fini del rispetto del limite di spesa stabilito dal comma 1 del medesimo articolo 32.

I soggetti che hanno i requisiti per la presentazione della Comunicazione all’Agenzia delle Entrate possono farlo dal 4 ottobre al 4 novembre 2021.

Il credito d’imposta, per ciascun beneficiario, è pari al 30 per cento delle spese complessive risultanti dall’ultima Comunicazione validamente presentata, in assenza di successiva rinuncia. In ogni caso, il credito d’imposta richiesto non può eccedere il limite di 60mila euro.

L’ammontare massimo del credito d’imposta fruibile è pari al credito d’imposta richiesto moltiplicato per la percentuale resa nota con provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle entrate, da emanare entro il 12 novembre 2021. Detta percentuale è ottenuta rapportando il limite complessivo di spesa, all’ammontare complessivo dei crediti d’imposta richiesti. Nel caso in cui l’ammontare complessivo dei crediti d’imposta richiesti risulti inferiore al limite di spesa, la percentuale è pari al 100%.

Regione Lombardia “Bando Brevetti 2021”: sospensione provvisoria sportello

15/07/2021

Regione Lombardia “Bando Brevetti 2021”: sospensione provvisoria sportello

Con D.d.s. 8 luglio 2021 – n. 9374 Regione Lombardia ha disposto la sospensione provvisoria dello sportello per la presentazione delle domande di agevolazione a valere sul bando “Brevetti 2021”, per esaurimento delle risorse disponibili.

Regione Lombardia precisa che alla conclusione delle istruttorie sulle domande presentate prima della sospensione provvisoria dello sportello disposta con il presente provvedimento, con apposito provvedimento procederà alla riapertura dello sportello per la presentazione di nuove domande sospeso provvisoriamente, qualora entro la scadenza del 31 dicembre 2021 si rendessero disponibili risorse dalla conclusione delle istruttorie in corso ovvero da altre fonti.

Le opportunità in evidenza
BANDI ATTIVI
Cresciamo insieme a voi
1500
Clienti
200
Consulenti
2000
Progetti di Consulenza
INCENTIVI RICERCA & SVILUPPO
11MILIONI
INVESTIMENTI COMMESSE
20MILIONI
INCENTIVI FORMAZIONE
80MILIONI
Trasformiamo le sfide in risultati

Guarda le storie di successo dei nostri clienti:

Scopri perchè siamo unici
Superiamo la complessità
Concentratevi sul business e lasciate a noi la scelta delle soluzioni. Il network multidisciplinare di consulenti Senior RETiQA è in grado di coprire le esigenze di innovazione delle aziende. Scopri cosa possiamo fare.
Rete a servizio delle PMI
Consulenti e professionisti fortemente orientati al lavoro di squadra per fornire alle PMI servizi di consulenza strategica ed operativa in ambiti innovativi per sviluppare il business e favorire la crescita.
Entra in Rete
RETiQA sta crescendo e vuole espandere il proprio Network di Consulenti per offrire servizi sempre più integrati e differenziati. Se sei un professionista o una società di consulenza e desideri entrare nella nostra rete, contattaci.